Cerca insegnamenti o docenti



Clinica legale di giustizia penale - programma

Stampa questa pagina

ANGELA PAOLA ANNA DELLA BELLA , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in GIURISPRUDENZA C.U. (CLASSE LMG/01) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale a ciclo unico - 2018/2019

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/17 - Diritto penale
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: Attraverso la clinica legale, lo studente è chiamato a sperimentare, accanto allo studio teorico, un approccio di tipo empirico, entrando in contatto con il diritto nella fase della sua effettiva applicazione (learning by doing). Il coinvolgimento in casi reali, promuovendo la responsabilizzazione degli studenti, assicura una modalità molto proficua di apprendimento, che è volta non solo allo sviluppo di conoscenze, ma anche di abilità (problem solving) e di valori. Lo studente si allenerà infatti ad inquadrare le situazioni reali all'interno degli istituti giuridici pertinenti; svilupperà la capacità di effettuare ricerche normative e giurisprudenziale; avrà l'occasione di entrare in contatto con gli ‘utenti' e di elaborare le possibili strategie per la soluzione del caso; si cimenterà con la redazione degli atti di volta in volta necessari.
Oltre ad essere strumento di sviluppo di abilità professionali, la clinica – operando in ambiti di grave disagio sociale – si pone anche l'obiettivo di mostrare la dimensione non solo tecnica, ma anche sociale del diritto e di sensibilizzare i futuri giuristi alle istanze di giustizia sociale.

Programma di studio

Programma: Inquadramento degli scopi e delle metodologie dell’insegnamento clinico del diritto - Presentazione dei casi e delle questioni giuridiche oggetto del corso – Assegnazione dei casi - Attività dei singoli gruppi – Esposizione conclusiva delle attività svolte dai gruppi.

Bibliografia e altri materiali didattici: Considerata la peculiarità delle attività svolte nel corso, non è prevista l’adozione di un testo didattico. Tuttavia, potranno essere indicati materiali di studio di volta in volta necessari per la trattazione dei casi specifici assegnati.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame La valutazione, espressa in trentesimi, avverrà al termine del corso sulla base di diversi criteri quali la partecipazione alle attività, lo svolgimento dei compiti assegnati, un colloquio finale che verterà sulle questioni giuridiche affrontate.

Attività propedeutiche consigliate Come da regolamento didattico del corso di laurea; in particolare sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale.
Considerata la particolare metodologia della clinica, l’accesso è riservato a studenti che siano già in possesso delle nozioni giuridiche fondamentali e dunque a studenti del quarto e del quinto anno, che abbiano già superato gli esami di diritto penale e di Diritto processuale penale.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/17 - Diritto penale - Crediti:6
Attività didattiche previste

Lezioni: 42 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ANGELA PAOLA ANNA DELLA BELLA , responsabile dell'insegnamentomercoledì h. 12 (si consiglia di inviare una mail al docente prima di presentarsi al ricevimento, così da essere informati tempestivamente su eventuali modifiche dell'orario)Sezione di scienze penalistiche

Avvertenze e altre informazioni

Attraverso la Clinica legale di giustizia penale si intende offrire agli studenti l’opportunità di affiancare allo studio teorico del diritto un’esperienza pratica, attraverso la trattazione di ‘casi reali’.
La Clinica legale si ispira, con gli opportuni adattamenti al sistema italiano, al modello delle legal clinics, che si è affermato nelle law schools degli Stati Uniti d'America a partire dagli anni’ 70 e che si sta diffondendo ora anche in Europa.
Alla base delle legal clinics - che si basano, dal punto di vista pedagogico, sul metodo del learning by doing - vi è l’idea che il diritto non è un insieme di regole indipendenti dall'uso che se ne fa nella pratica, né dalle conseguenze che esso comporta per gli individui e per la società.
Durante il corso di Clinica legale, gli studenti saranno coinvolti nella trattazione di casi reali, attraverso il contatto diretto con l’utenza, l’elaborazione delle strategie difensive, lo svolgimento di ricerche e la redazione degli atti di volta in volta necessari.
L’attività del corso potrà concretizzarsi sia nell’assistenza alla difesa in giudizio degli utenti, sia in attività di consulenza da prestare negli ‘sportelli legali’ delle associazioni con cui la clinica collabora. Sarà il docente a selezionare i casi da trattare e le diverse attività da svolgere, secondo criteri di rilevanza scientifica e didattica.
In ogni caso, la Clinica opererà pro bono, orientando la propria attività a beneficio di soggetti deboli (immigrati, detenuti, disabili, persone affette da patologie ovvero da dipendenze) o interessi collettivi.
Gli studenti lavoreranno in piccoli gruppi, che saranno formati tenendo conto delle preferenze espresse.
Le attività - che si svolgeranno sotto la guida diretta del docente, degli avvocati che collaborano con la clinica e di tutor specificamente formati - avranno luogo in parte presso la sede dell’Università, ed in parte presso altre sedi (lo studio professionale dell’avvocato, le sedi delle associazioni, gli uffici giudiziari).
Lo studente potrà poi eventualmente frequentare il modulo integrativo (3 crediti), finalizzato ad approfondire lo studio del caso affrontato nel corso di Clinica legale.