Cerca insegnamenti o docenti



Diritto del lavoro (of2) - Cognomi M-Q

Stampa questa pagina

ALESSANDRO BOSCATI , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in GIURISPRUDENZA C.U. (CLASSE LMG/01) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale a ciclo unico - 2018/2019

Insegnamento obbligatorio
Anno di corso2
Periodo di svolgimentoanno
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/07 - Diritto del lavoro
Crediti (CFU) obbligatori12
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: - Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente, ai fini del positivo superamento dell'esame, deve essere in grado di dimostrare di conoscere e saper comprendere la disciplina del diritto sindacale e del diritto del lavoro.
- 
Capacità applicative: lo studente deve dimostrare attraverso le fattispecie pratiche esaminate a lezione la capacità di applicare le nozioni apprese a situazioni concrete.
- 
Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare, nel corso delle lezioni e dell'esame di profitto, di aver maturato posizioni critiche giuridicamente fondate in relazione agli argomenti del corso.

- Abilità nella comunicazione: lo studente deve dimostrare di aver maturato una sufficiente capacità argomentativa e un'adeguata proprietà di linguaggio in merito alle tematiche trattate durante il corso che consenta di comunicare con interlocutori specialisti.
- Capacità di apprendere: lo studente deve dimostrare di aver sviluppato un'adeguata capacità di comprensione dell'evoluzione della disciplina lavoristica e delle sue principali questioni interpretative che consenta di studiare gli istituti giuridici con un elevato grado di autonomia.

Risultati di apprendimento previsti: Lo studente, ai fini del positivo superamento dell'esame, deve essere in grado di dimostrare di conoscere e saper comprendere i profili della disciplina del diritto sindacale e del diritto del lavoro nonché di applicare le conoscenze acquisiste nella risoluzione di casi giuridici proposti dal docente. Gli studenti sono, inoltre, tenuti a dimostrare di avere acquisito una sufficiente capacità argomentativa e un'adeguata proprietà di linguaggio giuridico che consenta di comunicare con interlocutori specialisti. Infine, lo studente deve dimostrare di sapere studiare la disciplina del diritto sindacale e del diritto del lavoro con un elevato livello di autonomia.

Metodi didattici: Le lezioni frontali saranno accompagnate dall’analisi di casi pratici svolti con la partecipazione degli studenti.
A supporto delle lezioni frontali il docente metterà a disposizione degli studenti ulteriori materiali per agevolare la comprensione degli argomenti trattati.

Programma di studio

Programma Diritto del lavoro - prima parte:

Primo modulo: origine ed evoluzione storica del diritto del lavoro; diritto del lavoro e costituzione; le fonti del diritto del lavoro; organizzazione e azione sindacale; sindacato e ordinamento giuridico; la contrattazione collettiva; lo sciopero; le relazioni sindacali in azienda; legge e contratto collettivo; la repressione della condotta antisindacale

Bibliografia e altri materiali didattici Diritto del lavoro - prima parte:

Gli studenti, frequentanti e non, sono tenuti a preparare l’esame sui seguenti testi:
- per lo studio della parte relativa al diritto sindacale, F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del lavoro. 1. Il diritto sindacale, Torino, Utet Giuridica, 8a ed., 2015;
- per lo studio della parte relativa al diritto del lavoro, F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del lavoro. 2. Il rapporto di lavoro subordinato. Torino, Utet Giuridica, 9a ed., 2016.

oppure, in alternativa, per lo studio della parte relativa al diritto sindacale e al diritto del lavoro, R. Del Punta, Diritto del Lavoro, Giuffrè, Milano, 2018.

Lo studio del manuale deve essere accompagnato da un rigoroso apprendimento diretto delle disposizioni della Costituzione, del codice civile e delle fondamentali leggi speciali richiamate dai libri di testo. A tal fine è opportuno avvalersi nello studio di una raccolta aggiornata delle principali fonti documentali di Diritto del lavoro. In commercio vi sono numerosi codici di diritto del lavoro, fra questi v. M.T. Carinci (a cura di), Codice del lavoro, Giuffrè, Milano, 2018.
Il docente mette inoltre a disposizione degli studenti sul sito internet https://ariel.unimi.it i materiali aggiuntivi sugli argomenti trattati a lezione.

Programma Diritto del lavoro - seconda parte:

Secondo modulo: contratto di lavoro e autonomia individuale; il lavoro subordinato; lavoro autonomo, coordinato e occasionale; politiche del lavoro e servizi per l’impiego; il datore di lavoro; la struttura del rapporto di lavoro; oggetto e luogo della prestazione di lavoro; il tempo della prestazione; potere di controllo e tutela della privacy; il potere disciplinare; la retribuzione; la tutela della sicurezza sul lavoro; le sospensioni del lavoro; eguaglianza e discriminazioni; l’estinzione del rapporto di lavoro; la crisi dell’impresa; i contratti di lavoro non standard e il lavoro esterno; il lavoro a termine; il lavoro dei giovani e le esternalizzazioni (trasferimento d’azienda, appalto, somministrazione di lavoro); peculiarità del rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni.

Bibliografia e altri materiali didattici Diritto del lavoro - seconda parte:

Gli studenti, frequentanti e non, sono tenuti a preparare l’esame sui seguenti testi:
- per lo studio della parte relativa al diritto sindacale, F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del lavoro. 1. Il diritto sindacale, Torino, Utet Giuridica, 8a ed., 2015;
- per lo studio della parte relativa al diritto del lavoro, F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del lavoro. 2. Il rapporto di lavoro subordinato. Torino, Utet Giuridica, 9a ed., 2016.

oppure, in alternativa, per lo studio della parte relativa al diritto sindacale e al diritto del lavoro, R. Del Punta, Diritto del Lavoro, Giuffrè, Milano, 2018.

Lo studio del manuale deve essere accompagnato da un rigoroso apprendimento diretto delle disposizioni della Costituzione, del codice civile e delle fondamentali leggi speciali richiamate dai libri di testo. A tal fine è opportuno avvalersi nello studio di una raccolta aggiornata delle principali fonti documentali di Diritto del lavoro. In commercio vi sono numerosi codici di diritto del lavoro, fra questi v. M.T. Carinci (a cura di), Codice del lavoro, Giuffrè, Milano, 2018.
Il docente mette inoltre a disposizione degli studenti sul sito internet https://ariel.unimi.it i materiali aggiuntivi sugli argomenti trattati a lezione.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame L’effettiva acquisizione da parte degli studenti dei risultati di apprendimento attesi sarà accertata attraverso un esame finale che si terrà in forma orale con l’attribuzione di un voto in trentesimi. I criteri per la valutazione della prova orale terranno conto della correttezza dei contenuti, della chiarezza argomentativa e delle capacità di analisi critica e di rielaborazione.
Gli studenti frequentanti potranno accedere ad una prova intermedia al termine del modulo dedicato al diritto sindacale secondo modalità che saranno indicate a lezione e divulgate sul sito internet https://ariel.unimi.it nella parte dedicata all’insegnamento in questione. Esse saranno articolate sotto forma di questionari a risposte multiple e a domande aperte. Tale prova intermedia influirà facendo media aritmetica sul calcolo per l’attribuzione del voto finale.

Attività propedeutiche consigliate Per l’esame di Diritto del Lavoro sono propedeutici Diritto privato e Diritto costituzionale, come da Regolamento didattico del corso di laurea.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/07 - Diritto del lavoro - Crediti:12
Attività didattiche previste

Lezioni: 84 ore

Diritto del lavoro - prima parte

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/07 - Diritto del lavoro - Crediti:3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Diritto del lavoro - seconda parte

obbligatorio

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/07 - Diritto del lavoro - Crediti:9
Attività didattiche previste

Lezioni: 64 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ALESSANDRO BOSCATI , responsabile dell'insegnamentoAl termine della lezione. Nei periodi in cui le lezioni sono sospese il lunedì alle ore 12. Per le richieste tesi rivolgersi alla Sezione di Diritto del lavoro del Dipartimento di Diritto Privato e Storia del DirittoDipartimento di Scienze Giuridiche "Cesare Beccaria"

Avvertenze e altre informazioni

Il corso inizia il primo semestre con un modulo dedicato al diritto sindacale della durata complessiva di circa 20 ore (intitolato “Fonti e principi del diritto del lavoro”) e prosegue, nel primo e nel secondo semestre, con le lezioni dedicate dalla disciplina del rapporto di lavoro.
La materia, pertanto, si suddivide in due nuclei fondamentali:
1) il Diritto sindacale: libertà e organizzazione sindacale, contratto collettivo, diritto di sciopero e libertà di serrata, strumenti collettivi di gestione delle situazioni di crisi aziendale;
2) il Diritto del lavoro in senso stretto: la fattispecie lavoro subordinato, la struttura del contratto di lavoro, la disciplina del rapporto individuale di lavoro.

Tesi di laurea
Le tesi di laurea sono assegnate di regola tre volte all’anno tenendo conto del numero degli esami mancanti alla laurea e della media voto conseguita dallo studente.
Costituisce in ogni caso titolo preferenziale per l’assegnazione aver sostenuto altri esami dell’area lavoristica quali Diritto sindacale e delle relazioni industriali, Diritto del lavoro progredito, Diritto della previdenza sociale, Comparative labour law, European labour law.