Cerca insegnamenti o docenti



Filosofia del diritto (of2) - Cognomi D-L
PHILOSOPHY OF LAW - programma

Stampa questa pagina

PAOLO UMBERTO MARIA DI LUCIA , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in GIURISPRUDENZA C.U. (CLASSE LMG/01) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale a ciclo unico - 2018/2019

Insegnamento obbligatorio
Anno di corso1
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/20 - Filosofia del diritto
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: - Apprendimento dei concetti fondamentali della materia, delle principali teorie e dello stato dell'arte della discussione filosofico-giuridica contemporanea;
- Rielaborazione, attraverso lo studio individuale e con l'ausilio dei testi, gli argomenti oggetto delle lezioni;
- Acquisizione della consapevolezza della dimensione filosofica di molti problemi giuridici.

Risultati di apprendimento previsti: -Sviluppo di adeguate capacitÓ di analisi a livello filosofico-giuridico;
- CapacitÓ di utilizzare un linguaggio appropriato nella presentazione dei problemi e nella loro discussione.

Programma di studio

Programma: Le domande del filosofo relative al diritto: (i) Che cosa Ŕ giusto? (ii) Che cosa Ŕ diritto?
Che cosa Ŕ giusto?
Il giusto come rispetto dell’eguaglianza.
Il giusto come rispetto della legge.
Il problema della legge ingiusta e del diritto sovralegale.
Esiste un diritto “sovralegale”?
La tesi del diritto naturale e la sua negazione.
Che cosa Ŕ diritto?
L’indirizzo normativistico nella filosofia del diritto: il diritto come sistema di norme. Le critiche all’indirizzo normativistico. La tesi del diritto vivente.
L’indirizzo fenomenologico nella filosofia sociale e giuridica: il diritto come relazione. Relazioni giuridiche fondamentali.
La struttura deontica dei fenomeni giuridici.

Bibliografia e altri materiali didattici: Testi per gli studenti FREQUENTANTI di Giurisprudenza e di Studi umanistici (CFU 9):
Oltre ai materiali forniti a lezione dal professore, gli studenti frequentanti dovranno conoscere i seguenti testi:
1. Amedeo Giovanni Conte/Paolo Di Lucia/Luigi Ferrajoli/Mario Jori, Filosofia del diritto. A cura di Paolo Di Lucia. Seconda edizione ampliata: Milano, Raffaello Cortina, 2013. I saggi dell’antologia da studiare verranno indicati agli studenti frequentanti all’inizio delle lezioni.
2. Un secondo libro di testo verrÓ indicato agli studenti frequentanti all’inizio delle lezioni.

Testi consigliati per gli studenti frequentanti e non-frequentanti di Giurisprudenza e di Studi umanistici (CFU 6):
1. Amedeo Giovanni Conte/Paolo Di Lucia/Luigi Ferrajoli/Mario Jori, Filosofia del diritto. A cura di Paolo Di Lucia. Seconda edizione ampliata: Milano, Raffaello Cortina, 2013. Sono da studiare i seguenti nove saggi (comprese le note bio-bibliografiche iniziali):
Adolf Reinach (pp. 23-37), Giorgio Del Vecchio (pp. 61-78), Czesław Znamierowski (pp. 79-87), Cha´m Perelman (pp. 141-158), Gustav Radbruch (pp. 159-173), Norberto Bobbio (pp. 233-252), Elizabeth Anscombe (pp. 295-302), Antonio Pigliaru (pp. 321-328), Herbert L. A. Hart (pp. 329-343).
2. Un secondo libro a scelta tra i seguenti:
2.1. Hans Kelsen, Che cos’Ŕ la giustizia? Lezioni americane. A cura di Paolo Di Lucia e Lorenzo Passerini Glazel. Macerata, Quodlibet, 2015.
2.2. Norberto Bobbio, L’indirizzo fenomenologico nella filosofia sociale giuridica. Torino, Giappichelli, 2018.
2.3. Hasso Hofmann, Introduzione alla filosofia del diritto e della politica. Roma-Bari, Laterza, 2003.

Programma integrazione: Per gli studenti provenienti da Scienze dei servizi giuridici, sarÓ necessario sostenere un colloquio orale su N. Bobbio, Diritto e potere, Torino Giappichelli (escluso cap. 4).

Bibliografia e altri materiali didattici per non frequentanti: Testi per gli studenti NON-FREQUENTANTI di Giurisprudenza e di Studi umanistici (CFU 9):
1. Amedeo Giovanni Conte/Paolo Di Lucia/Luigi Ferrajoli/Mario Jori, Filosofia del diritto. A cura di Paolo Di Lucia. Seconda edizione ampliata: Milano, Raffaello Cortina, 2013. Sono da studiare i seguenti diciannove saggi (comprese le note bio-bibliografiche iniziali):
Adolf Reinach (pp. 23-37), Wesley N. Hohfeld (pp. 39-50), Eugen Ehrlich (pp. 51-60), Giorgio Del Vecchio (pp. 61-78), Czesław Znamierowski (pp. 79-87), Jerome N. Frank (pp. 101-108), Hans Kelsen (pp. 115-132), Cha´m Perelman (pp. 141-158), Gustav Radbruch (pp. 159-173), Simone Weil (pp. 195-203), Norberto Bobbio (pp. 233-252), John Rawls (pp. 253-263), Alf Ross (pp. 265-280), Elizabeth Anscombe (pp. 295-302), Antonio Pigliaru (pp. 321-328), Herbert L. A. Hart (pp. 329-343), Felix E. Oppenheim (pp. 345-353), Ota Weinberger (pp. 397-411), Karl Olivecrona (pp. 413-432).
2. Un secondo libro a scelta tra i seguenti:
2.1. Hans Kelsen, Che cos’Ŕ la giustizia? Lezioni americane. A cura di Paolo Di Lucia e Lorenzo Passerini Glazel. Macerata, Quodlibet, 2015.
2.2. Norberto Bobbio, L’indirizzo fenomenologico nella filosofia sociale e giuridica. Torino, Giappichelli, 2018.
2.3. Hasso Hofmann, Introduzione alla filosofia del diritto e della politica. Roma-Bari, Laterza, 2003.

Testi consigliati per gli studenti frequentanti e non-frequentanti di Giurisprudenza e di Studi umanistici (CFU 6):
1. Amedeo Giovanni Conte/Paolo Di Lucia/Luigi Ferrajoli/Mario Jori, Filosofia del diritto. A cura di Paolo Di Lucia. Seconda edizione ampliata: Milano, Raffaello Cortina, 2013. Sono da studiare i seguenti nove saggi (comprese le note bio-bibliografiche iniziali):
Adolf Reinach (pp. 23-37), Giorgio Del Vecchio (pp. 61-78), Czesław Znamierowski (pp. 79-87), Cha´m Perelman (pp. 141-158), Gustav Radbruch (pp. 159-173), Norberto Bobbio (pp. 233-252), Elizabeth Anscombe (pp. 295-302), Antonio Pigliaru (pp. 321-328), Herbert L. A. Hart (pp. 329-343).
2. Un secondo libro a scelta tra i seguenti:
2.1. Hans Kelsen, Che cos’Ŕ la giustizia? Lezioni americane. A cura di Paolo Di Lucia e Lorenzo Passerini Glazel. Macerata, Quodlibet, 2015.
2.2. Norberto Bobbio, L’indirizzo fenomenologico nella filosofia sociale giuridica. Torino, Giappichelli, 2018.
2.3. Hasso Hofmann, Introduzione alla filosofia del diritto e della politica. Roma-Bari, Laterza, 2003.

Programma integrazione: Per gli studenti provenienti da Scienze dei servizi giuridici, sarÓ necessario sostenere un colloquio orale su N. Bobbio, Diritto e potere, Torino Giappichelli (escluso cap. 4).


ModalitÓ di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
ModalitÓ di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalitÓ di esame La prova finale del profitto relativa all’insegnamento si svolge n forma orale e la valutazione Ŕ espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/20 - Filosofia del diritto - Crediti:9
AttivitÓ didattiche previste

Lezioni: 63 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
PAOLO UMBERTO MARIA DI LUCIA , responsabile dell'insegnamentoriceve il mercoledý alle ore 10,30Dipartimento di Scienze Giuridiche "Cesare Beccaria" Sezione di Filosofia e Sociologia del diritto

Avvertenze e altre informazioni

Il corso si svolgerÓ attraverso la discussione di casi giuridici (reali e immaginari) e attraverso la lettura e il commento di alcuni testi classici della filosofia del diritto antica e contemporanea. Il corso si articolerÓ in due parti, dedicate, rispettivamente, alle due domande fondamentali della filosofia del diritto: (i) Che cosa Ŕ giusto? (ii) Che cosa Ŕ diritto?. Le lezioni sono rivolte sia agli studenti iscritti al corso di laurea in Giurisprudenza sia agli studenti iscritti ai corsi di laurea di Studi umanistici, e si svolgeranno in forma dialogica per consentire allo studente un coinvolgimento attivo.

Cambi di corso: I cambi di cattedra devono essere autorizzati da entrambi i docenti coinvolti.

Orario di ricevimento: Il Prof. Paolo Di Lucia riceve gli studenti su appuntamento (paolo.dilucia@unimi.it), il mercoledý dalle ore 10:30, presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche “Cesare Beccaria”, e il giovedý al termine della lezione.