Cerca insegnamenti o docenti



Diritto comune - programma
Ius commune - programma

Stampa questa pagina

ANGELA MARIA SANTANGELO , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in GIURISPRUDENZA C.U. (CLASSE LMG/01) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea Magistrale a ciclo unico - 2017/2018

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso3
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: Il corso è rivolto all'approfondimento della storia del diritto nell'arco di tempo che intercorre tra il XII e il XV secolo, con particolare riguardo al sistema del diritto comune e al processo di diritto comune.

Risultati di apprendimento previsti: Risultati di apprendimento attesi, verificati sia nella prova scritta che nell'esame orale (secondo i Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione: comprendere le tecniche interpretative e la metodologia scientifica dei giuristi medievali, nonché i tratti salienti del processo romano-canonico.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: sviluppare capacità analitiche e sintetiche nella ricostruzione dell'età del diritto comune e dell'iter del processo di diritto comune.
Autonomia di giudizio: individuare gli aspetti caratterizzanti le singole tematiche oggetto di studio.
Abilità comunicative: esporre i concetti in modo chiaro, corretto e ordinato, sia nella prova scritta che nell'esame orale.
Capacità di apprendimento: comprendere gli istituti giuridici oggetto di indagine nella loro dimensione storica.

Programma di studio

Programma: La prima parte del corso, di carattere introduttivo, sarà dedicata all’analisi di alcuni profili dell’età del diritto comune classico (XII-XV secolo), con speciale riguardo alle tecniche interpretative e alla metodologia scientifica di approccio al diritto dei giuristi medievali, dalla scuola dei glossatori a quella dei commentatori, e al contributo della giurisprudenza stessa alla configurazione del sistema delle fonti giuridiche tardo-medievali.
La seconda parte, più cospicua e di carattere monografico, avrà ad oggetto i tratti salienti del processo romano-canonico, sia del processo civile (ordinario e sommario, dall’introduzione della causa alla litis contestatio, dal sistema probatorio alla definizione della lite, fino ai sistemi di revisione e ai mezzi di impugnazione delle sentenze), che del processo penale, accusatorio (libello accusatorio, denunzia pubblica e privata, procedura probatoria) e inquisitorio (officium iudicis, segretezza, tortura e confessione, inquisizione nei processi per eresia e stregoneria).

Bibliografia e altri materiali didattici: E. CORTESE, Le grandi linee della storia giuridica medievale, Roma 2000, limitatamente alle pp. 229-397, cui si aggiungono le dispense che verranno messe a disposizione durante il corso.

Bibliografia e altri materiali didattici per non frequentanti: A. Padoa-Schioppa, Italia ed Europa nella storia del diritto, Bologna, il Mulino, 2003, limitatamente ai seguenti saggi: III. Diritto e istituzioni nell’età comunale (pp. 83-97), IV. Federalismo medievale (pp. 101-122), V. La nuova scienza del diritto (pp. 123-179), VI. Il modello del diritto canonico (pp. 181-208), VII. Delitto e pace privata (pp. 209-250), VIII. La coscienza del giudice (pp. 251-292), IX. Giuristi e ceto forense (pp. 293-310), X. Stato moderno e diritto (pp. 315-363), XI. Gli stati assoluti (pp. 365-404).

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Per gli studenti frequentanti è prevista una prova scritta intermedia che conserverà validità illimitata.

L’esame di Storia del diritto medievale e moderno (corso base) è propedeutico a quello di Diritto comune.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno - Crediti:6
Attività didattiche previste

Lezioni: 42 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ANGELA MARIA SANTANGELO , responsabile dell'insegnamentoLunedì ore 12.30-13.30. Il ricevimento studenti di lunedì 10 settembre è spostato a martedì 11, alle ore 10.30Sezione di Storia del Diritto medievale e moderno

Avvertenze e altre informazioni

E’ previsto l’accesso al Portale Ariel dedicato all’e-learning, in cui è possibile rinvenire le fonti normative, dottrinali e giurisprudenziali oggetto di studio, i test di auto-valutazione per la preparazione dell’esame, e, per gli studenti frequentanti, dispense e materiali didattici.

É previsto un modulo integrativo di insegnamento (sempre tenuto dalla Prof.ssa Santangelo) dal titolo “Il processo inquisitoriale”, la cui frequenza (senza il sostenimento di ulteriore esame) consentirà l’acquisizione dei 3 cfu relativi alle “Attività pratiche”.