Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (Classe L-14)
Immatricolati dall'aa 2017/2018

Tipo di corso di studiLaurea
Anno accademico2017/2018
Classe di laureaclasse L-14, SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI
Titolo rilasciatoDottore
Curricula
Durata3 anni
Crediti richiesti per l’accesso
Crediti180
Anni di corso attivati1° anno
Accesso
Conoscenze richieste per l'accessoL’accesso al corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici è subordinato al possesso del diploma di scuola secondaria superiore, o di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo.
Sono previste forme di autovalutazione non vincolanti, obbligatorie per tutti gli studenti, mediante una prova finalizzata a rendere consapevoli gli studenti della scelta operata e a valutare la loro preparazione iniziale, con particolare riguardo agli aspetti di cultura generale di base ed alle capacità di comprensione, logiche e argomentative.
Sono altresì previsti dei corsi per gli studenti nella cui preparazione iniziale siano state riscontrate delle carenze, diretti a migliorare le loro capacità di comprensione e di comunicazione.
Lauree specialistiche cui accedere senza debiti formativi

Obiettivi formativi

Il corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici si propone di far conseguire agli studenti una adeguata conoscenza dei saperi afferenti all’area giuridica, mettendoli in grado di applicare la normativa. A tal fine, il corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici assume come punto di riferimento la formazione di figure professionali di diversa natura. In ambito pubblicistico, ci si propone di formare figure professionali che trovino occupazione nell’ambito delle amministrazioni territoriali (statali, regionali e locali), degli enti pubblici e delle società a partecipazione pubblica. In ambito privatistico, la naturale destinazione professionale è rappresentata dall’impiego all’interno di imprese bancarie, assicurative e finanziarie e, più in generale, di investimento e di intermediazione, con finalità di consulenza e assistenza nella compliance, nella contrattualistica, nei rapporti con la clientela e nella gestione del pre-contenzioso. Il corso di laurea assume inoltre come punto di riferimento la formazione di figure professionali esperte in diritto del lavoro, con competenze giuridiche e qualificazione professionale finalizzata all’amministrazione e gestione del personale, alle relazioni sindacali e alla contrattazione collettiva, alla previdenza sociale e al welfare aziendale. Le competenze acquisite offrono infine la possibilità di acquisire specifiche conoscenze circa le problematiche legate all’evoluzione e alla disciplina giuridica del terzo settore nell’ordinamento italiano. I laureati potranno operare non soltanto prestando collaborazione subordinata con imprese private, enti pubblici e studi professionali, ma altresì come liberi professionisti.
Per lo svolgimento di queste professioni è indispensabile sia la conoscenza di precise nozioni giuridiche, sia il possesso di adeguate nozioni di natura sociologica, economica ed informatico-giuridica, nonché una buona conoscenza della lingua inglese.
In sintesi, ci si attende che il laureato in Scienze dei servizi giuridici a completamento degli studi sappia, con autonomia di giudizio e abilità comunicative, applicare le conoscenze acquisite per la soluzione delle problematiche afferenti ai molteplici sbocchi occupazionali di riferimento.
Il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici si articola in 4 curricula:
A. Indirizzo Operatore giuridico d’impresa
B. Indirizzo Operatore giuridico nella Pubblica Amministrazione
C. Indirizzo Operatore giuridico in risorse umane e consulenza del lavoro
D. Indirizzo Operatore giuridico degli enti no profit e del terzo settore

Competenze acquisibili

Nel rispetto dei principi dell’armonizzazione europea, si specificano qui di seguito le competenze e i risultati attesi secondo il sistema dei Descrittori di Dublino:
A - Conoscenza e comprensione (knowledge and understanding)
Acquisizione di una solida formazione giuridica di base, attraverso l’acquisizione di una sicura conoscenza e comprensione degli istituti giuridici, delle fonti del diritto, della normativa vigente, della principale dottrina, della giurisprudenza e del linguaggio giuridico, integrata da imprescindibili conoscenze economiche, storiche, filosofico-sociologiche e informatico-giuridiche. Acquisizione di conoscenze specifiche per la formazione delle figure professionali di riferimento del corso di laurea. La formazione di base, in ambito sia giuridico che economico, storico, filosofico-sociologico e informatico-giuridico, si realizza attraverso le attività formative di base e caratterizzanti; le competenze specifiche alle figure professionali di riferimento si realizzano principalmente attraverso le attività formative affini e integrative.
B - Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Acquisizione degli strumenti indispensabili e di tutte le competenze necessarie alla formazione delle figure professionali di riferimento del corso di laurea. La capacità di applicare le conoscenze acquisite si realizza sia come corollario imprescindibile alla formazione teorica degli insegnamenti proposti, sia attraverso l’offerta di corsi di carattere maggiormente professionalizzante e delle ulteriori attività formative, con particolare riferimento al tirocinio.
C - Autonomia di giudizio (making judgements)
Acquisizione di consapevole autonomia di giudizio con riguardo alla comprensione e interpretazione delle fonti normative e della giurisprudenza con le quali le figure professionali a cui il corso di laurea si rivolge sono chiamate ad operare.
D – Abilità comunicative (communication skills)
Acquisizione del linguaggio tecnico-giuridico, di capacità argomentative proprie delle professioni giuridiche, delle abilità informatiche e delle conoscenze linguistiche.
E – Capacità di apprendimento (learning skills)
Capacità di apprendere. Acquisizione di adeguate capacità per lo sviluppo di ulteriori competenze, quali ad esempio consultazione di materiale bibliografico, normativo e giurisprudenziale, strumenti conoscitivi di base per l’aggiornamento continuo delle conoscenze.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali del corso di laurea possono essere sintetizzati, in via indicativa e senza pretesa di completezza, anche secondo la classificazione ISTAT delle professioni come segue:
esperti legali in imprese; esperti legali in enti pubblici; segretari amministrativi e tecnici degli affari generali; tecnici del lavoro bancario; agenti assicurativi; impiegati nella divisione commerciale di imprese private e negli uffici acquisti di enti e aziende pubbliche; operatori giuridici socio-assistenziali; tecnici dei servizi giudiziari; tecnici dei servizi pubblici; impiegati o liberi professionisti esperti nell'amministrazione e gestione del personale, nelle relazioni sindacali e nella contrattazione collettiva, nella previdenza sociale e welfare aziendale; Impiegati in enti pubblici operanti nel campo dei servizi per l’impiego, delle politiche del lavoro, della formazione e delle politiche sociali, delle prestazioni previdenziali e della relativa contribuzione; impiegati in qualità di consulenti nella pubblica amministrazione e nelle imprese no-profit e del terzo settore; ufficiali della Polizia di Stato e Polizia Municipale.