Cerca insegnamenti o docenti



Storia del diritto medievale e moderno - programma

Stampa questa pagina

ANGELA MARIA SANTANGELO , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (Classe L-14) Immatricolati dall'a.a.2009/2010 - Laurea - 2016/2017

Insegnamento obbligatorio
Anno di corso1
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno
Crediti (CFU) obbligatori9
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: Il corso è volto a delineare i cardini della storia del diritto in Europa dal primo medioevo all'età contemporanea.

Risultati di apprendimento previsti: Risultati di apprendimento attesi, verificati sia nella prova scritta che nell'esame orale (secondo i Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione: comprendere e ricostruire le linee fondamentali della storia del diritto in Europa in relazione ai principali eventi che hanno caratterizzato la storia politica, religiosa, economica e sociale europea.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: sviluppare capacità analitiche e sintetiche nella ricostruzione delle tappe della storia del diritto europeo.
Autonomia di giudizio: individuare i tratti salienti delle singole tematiche oggetto di studio.
Abilità comunicative: esporre i concetti in modo chiaro, corretto e ordinato, sia in forma scritta che nell'esame orale.
Capacità di apprendimento: comprendere gli aspetti fondamentali dell'evoluzione storica delle fonti del diritto, delle istituzioni e delle dottrine giuridiche tra medioevo ed età moderna.

Programma di studio

Programma: Il corso è incentrato sugli aspetti fondamentali dell’evoluzione delle fonti del diritto nella storia europea, con particolare riguardo alle fonti di produzione del diritto, dai regni germanici all’età feudale, dall’età del diritto comune classico (secoli XII-XV) - con particolare riguardo alla scuola dei glossatori e dei commentatori, al ruolo dei diritti locali e alla formazione della common law - all’assolutismo monarchico dei secoli XVI-XVIII – la scuola culta, la seconda scolastica, il giusnaturalismo e la crisi del diritto comune -, per giungere fino alle riforme settecentesche – illuminismo giuridico e Rivoluzione francese – e alle codificazioni del XIX secolo.
Un particolare risalto viene dato, nell’arco di tutto il corso, ai rapporti tra pensiero giuridico, legislazione e prassi del diritto, al ruolo esercitato dai giuristi come singoli e come ceto, nonché ai nessi intercorrenti tra la storia giuridica e la storia politica, sociale e delle idee.

Sommario del corso

L’età tardo-antica e l’altomedioevo, secoli VI-XI: il diritto tardo-antico; la Chiesa; i regni germanici; l’età feudale.
L’età del diritto comune classico, secoli XII-XV: le istituzioni pubbliche; i glossatori; il diritto canonico; l’Università; le professioni legali; i commentatori; i diritti locali e particolari; il sistema delle fonti; la formazione della common law.
L’età moderna, secoli XVI-XVIII: la legislazione monarchica; la scuola culta; il pragmatismo giuridico; la seconda scolastica; il giusnaturalismo; equity e common law; la crisi del diritto comune.
L’età delle riforme, secoli XVIII-XIX: l’illuminismo giuridico; le riforme settecentesche; Rivoluzione francese e diritto; le codificazioni.

Bibliografia e altri materiali didattici: Gli studenti frequentanti si prepareranno per l’esame sulla base delle dispense che verranno messe a disposizione durante il corso.

Bibliografia e altri materiali didattici per non frequentanti: A. Padoa-Schioppa, Storia del diritto in Europa – Dal medioevo all’età contemporanea, Bologna, Il Mulino, 2007, pp. 21-472.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Per gli studenti frequentanti è prevista una prova scritta intermedia che conserverà validità illimitata.

Avvertenza

In caso di mancato superamento dell’esame, dovranno decorrere 30 giorni prima di potersi ripresentare per sostenere nuovamente la prova.

Attività propedeutiche consigliate L’esame di Istituzioni di diritto privato I è propedeutico a quello di Storia del diritto medievale e moderno.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/19 - Storia del diritto medievale e moderno - Crediti:9
Attività didattiche previste

Lezioni: 60 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ANGELA MARIA SANTANGELO , responsabile dell'insegnamentoLunedì ore 12.30-13.30. Il ricevimento studenti di lunedì 10 settembre è spostato a martedì 11, alle ore 10.30Sezione di Storia del Diritto medievale e moderno

Avvertenze e altre informazioni

Altre informazioni

E’ previsto l’accesso al Portale Ariel dedicato all’e-learning, in cui è possibile rinvenire le fonti normative, dottrinali e giurisprudenziali oggetto di studio, i test di auto-valutazione per la preparazione dell’esame, e, per gli studenti frequentanti, dispense e materiali didattici.