Cerca insegnamenti o docenti



Criminologia - programma
CRIMINOLOGY - programma

Stampa questa pagina

RAFFAELE BIANCHETTI , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (Classe L-14) Immatricolati dall'a.a.2009/2010 - Laurea - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoprimo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/17 - Diritto penale
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: La disciplina ha per oggetto lo studio dei comportamenti umani antisociali, con particolare attenzione a quelli criminali, nella loro manifestazione fenomenologica e tipologica. Nel dettaglio, la criminologia analizza i fatti delittuosi, l'eziologia delle condotte, le caratteristiche degli autori di reato, il ruolo delle vittime, i sistemi di controllo sociale, l'effettiva applicazione degli istituti giuridici, l'efficacia e l'efficienza degli stessi.
La finalità della disciplina è quella di fornire conoscenze sia teoriche che pratiche che possano servire all'interno del sistema della giustizia penale, nell'intento precipuo di contribuire, sotto i profili preventivi, rieducativi e di difesa sociale, ad una sempre più adeguata e corretta applicazione degli strumenti sanzionatori esistenti.

Risultati di apprendimento previsti: A. Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza di base dei principi di tale scienza, delle teorie criminologiche, dei fattori facilitanti la messa in atto i comportamenti devianti e delinquenziali e degli istituti giuridici fondamentali attinenti alla fase di cognizione e di esecuzione penale.
B. Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e a situazioni specifiche anche mediante l'esemplificazione casistica.
C. Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere effettuare ragionamenti complessi e sistematici e deve essere in grado di assumere posizioni che siano adeguatamente argomentate dal punto di vista criminologico e giuridico.
D. Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza logica ed argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
E. Capacità di apprendimento. Lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire i profili storici ed evolutivi della disciplina, di saper analizzare le problematiche della devianza e della criminalità con approccio multidisciplinare, di saper identificare gli strumenti criminologici opportuni e di applicare gli istituti giuridici più idonei alla gestione di casi concreti.

Programma di studio

Programma: Definizioni e contenuti della scienza criminologica. Sviluppo del pensiero criminologico e rapporti della disciplina con le altre scienze criminali. Campi e oggetti di studio della criminologia moderna. Metodi e fonti della ricerca empirica in criminologia. Il problema della cause della criminalità. Eziologia del comportamento deviante e criminale. Disturbi mentali in criminologia e responsabilità penale. Il delinquente responsabile, irresponsabile e pericoloso. Prevenzione, trattamento ed interventi giuridico-normativi nei confronti della criminalità. Giustizia riparativa e vittime di reato.

Bibliografia e altri materiali didattici: 1) Ponti G., Merzagora Betsos I., Compendio di criminologia, V ed., Raffaello Cortina Editore, Milano, 2008, solo i seguenti capitoli:
• capitolo 1. Introduzione allo studio della criminologia
• capitolo 7. I disturbi mentali in criminologia
• capitolo 10. Criminologia clinica o applicata

2) Mantovani F., Diritto penale, IX ed., CEDAM, Padova, 2015, solo la seguente parte:
• parte III. La personalità dell’autore

3) Bianchetti R., Detenzione, internamento e trattamento criminologico nell’ordinamento giuridico italiano, Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN), 2015, versione e-book

Eventuali dispense didattiche potranno essere scaricate dal Portale Ariel 2.0, Sezione Criminologia, dell’Università degli Studi di Milano.

Avvertenze
Per una migliore fruizione dei temi trattati è consigliabile l’ausilio di un codice penale e di un codice di procedura penale aggiornato. Tra molti, si segnalano:
- Codice penale e leggi complementari (a cura di Basile F.), Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN).
- Codice di procedura penale e leggi complementari, Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna (RN).

Lo studio di saggi monografici aggiuntivi è ammissibile e dovrà essere concordato, a seguito di esplicita richiesta dello studente, con il titolare dell’insegnamento.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Gli studenti di Giurisprudenza, per essere ammessi a sostenere l’esame di profitto in Criminologia, devono avere già superato l’esame di Diritto penale.

L’esame si svolgerà in forma orale.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:IUS/17 - Diritto penale - Crediti:6
Attività didattiche previste

Lezioni: 45 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
RAFFAELE BIANCHETTI , responsabile dell'insegnamentoVenerdì, ore 12:00, previo appuntamento.Cattedra di Criminologia e Criminalistica, Dipartimento di Scienze Giuridiche "Cesare Beccaria" - Sezione di Scienze Penalistiche

Avvertenze e altre informazioni

Attività integrative con attribuzione di crediti formativi
Per consentire un ulteriore approfondimento conoscitivo ed esperienziale su determinate tematiche, verranno organizzate e svolte alcune attività didattiche integrative. Tra queste si segnalano:
- modulo didattico integrativo al corso in tema di “Criminalistica”;
- ciclo di incontri seminariali;
- stage presso uffici giudiziari, gabinetti scientifici o enti convenzionati.