Cerca insegnamenti o docenti



Economia degli intermediari finanziari - programma
ECONOMICS OF FINANCIAL INTERMEDIARIES - programma

Stampa questa pagina

BRUNO ROSSIGNOLI , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in GIURISPRUDENZA C.U. (CLASSE LMG/01) Immatricolati fino all'a.a. 2013/2014 - Laurea Magistrale a ciclo unico - 2015/2016

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo semestre
Settori scientifico disciplinari
  • SECS-P/11 - Economia degli intermediari finanziari
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: L'Economia degli intermediari finanziari ha per oggetto di studio i principi e le regole fondamentali che guidano la struttura e il funzionamento degli intermediari finanziari, ossia delle imprese che, secondo differenti modalità operative e schemi di assunzione dei rischi, realizzano l'incontro tra domanda e offerta di finanziamenti e svolgono transazioni su strumenti finanziari.
Come per il corso di Economia aziendale, l'indirizzo di fondo mira a sviluppare le conoscenze di base su detti principi e regole, nella prospettiva di integrare con un approccio aziendale la conoscenza delle problematiche giuridiche e, in particolare, di quelle in materia creditizia e finanziaria. Sotto questo profilo, vengono affrontati sia temi di carattere generale e istituzionale, sia temi di carattere monografico.
I temi di carattere generale e istituzionale riguardano il quadro di riferimento dell'attività svolta dagli intermediari finanziari delle diverse categorie - banche, società di finanziamento, intermediari nei mercati degli strumenti finanziari, gestori professionali di portafogli di investimento - con specifico riguardo alle banche e agli intermediari che operano nel settore del risparmio gestito.
I temi di carattere monografico hanno per oggetto i principali aspetti tecnico - economici delle operazioni creditizie e finanziarie effettuate dalle diverse tipologie di intermediari finanziari.
La metodologia didattica è attiva e si fonda su discussioni guidate e sulla illustrazione di casi di studio.

Risultati di apprendimento previsti: - Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso mira a sviluppare le conoscenze di base su detti principi e regole, nella prospettiva di integrare con un approccio aziendale la conoscenza delle problematiche giuridiche e, in particolare, di quelle in materia creditizia e finanziaria. Sotto questo profilo, vengono affrontati sia temi di carattere generale e istituzionale, sia temi di carattere monografico. I primi riguardano il quadro di riferimento dell'attività svolta dagli intermediari finanziari delle diverse categorie - banche, società di finanziamento, intermediari nei mercati degli strumenti finanziari, gestori professionali di portafogli di investimento - con specifico riguardo alle banche e agli intermediari che operano nel settore del risparmio gestito. I temi di carattere monografico hanno per oggetto i principali aspetti tecnico - economici delle operazioni creditizie e finanziarie effettuate dalle diverse tipologie di intermediari finanziari.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici concernenti i principali aspetti tecnico-economici delle operazioni creditizie e finanziarie.
- Autonomia di giudizio. La metodologia didattica è attiva e si fonda su discussioni guidate e sulla illustrazione di casi di studio in cui lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio economico-finanziario.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire sia i temi di carattere generale ed istituzionale, sia i temi di carattere monografico.

Programma di studio

Programma: A) Parte generale. 1) I lineamenti fondamentali del sistema finanziario: l’offerta e la domanda di finanziamento, le attività finanziarie, i circuiti di collegamento, gli intermediari finanziari, i modelli di intermediazione finanziaria, la regolamentazione e la vigilanza. 2) Gli intermediari finanziari. Assetto istituzionale e ambito operativo: l’attività bancaria e le banche, le società operanti nel settore finanziario, gli organismi di investimento collettivo del risparmio, gli intermediari nei servizi di investimento. 3) I mercati degli strumenti finanziari: i mercati a pronti, i mercati a termine, i mercati degli strumenti derivati.
B) Parte monografica. 1) I titoli di debito: i titoli di stato, le obbligazioni, gli altri titoli di debito. 2) I titoli di capitale: le azioni ordinarie. 3) Gli strumenti derivati: contratti a termine, contratti futures, option, swap. 4) Prezzo, rendimento e rischi degli strumenti finanziari.

Bibliografia e altri materiali didattici: B. Rossignoli, Istituzioni di economia degli intermediari finanziari, Milano, Cusl, 2016.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Modalità di svolgimento dell’esame: l’esame si svolge in forma scritta.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore:SECS-P/11 - Economia degli intermediari finanziari - Crediti:6
Attività didattiche previste

Lezioni: 45 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
BRUNO ROSSIGNOLI , responsabile dell'insegnamentoLuglio: alle ore 9 del giorno 13; Agosto: alle ore 9 del giorno 31; Settembre: alle ore 9 dei giorni 7 (Aula esami), 14, 21 (Aula esami), 28; Ottobre: alle ore 9 dei giorni 5, 12, 19, 26Sezione di Scienze Economiche del Dipartimento di Scienze Giuridiche "Cesare Beccaria"