Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (Classe L-14)

Tipo di corso di studiLaurea
Anno accademico2010/2011
Classe di laureaclasse L-14, SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI
Titolo rilasciatoDottore
Curricula
Durata3 anni
Crediti richiesti per l’accesso
Crediti180
Anni di corso attivati1° anno, 2° anno, 3° anno
AccessoLibero
Conoscenze richieste per l'accessoL’accesso al corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici è subordinato al possesso del diploma di scuola secondaria superiore, o di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo.
Lauree specialistiche cui accedere senza debiti formativi

Introduzione al corso

E’ istituito presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici, appartenente alla classe di laurea L-14 in Scienze dei servizi giuridici definita dal D.M. 16 marzo 2007 concernente la determinazione delle classi delle lauree universitarie.

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici si propone di far conseguire agli studenti una adeguata conoscenza dei saperi afferenti all’area giuridica, mettendoli in grado di applicare la normativa. A tal fine, il corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici assume come punto di riferimento non soltanto figure professionali pubbliche, quali cancellieri, ufficiali giudiziari, collaboratori giudiziari, ufficiali di pubblica sicurezza, personale carcerario, ma anche figure private, quali assistenti di studi legali e notarili, investigatori privati e simili. Esso si rivolge anche alla formazione di pubblici funzionari capaci di occupare posizioni di responsabilità nelle organizzazioni burocratiche, nonché alla formazione di consulenti giuridici nel campo organizzativo. Il corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici si rivolge altresì alla formazione di professionisti capaci di operare con sicurezza nel campo economico e finanziario, caratterizzato da una normativa complessa e soggetta a continui cambiamenti, anche per le influenze del sistema economico internazionale. I laureati potranno operare non soltanto come liberi professionisti, ma altresì prestare collaborazione subordinata con imprese private, enti pubblici e studi professionali.
Per lo svolgimento di queste professioni è indispensabile sia la conoscenza di precise nozioni giuridiche, sia il possesso di adeguate nozioni di natura sociologica, economica ed informatica.
In sintesi, ci si attende che il laureato in Scienze dei servizi giuridici a completamento degli studi sappia, con autonomia di giudizio e abilità comunicative, applicare le conoscenze acquisite per la soluzione delle problematiche afferenti ai molteplici sbocchi occupazionali di riferimento.
Il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici si articola in due curricula.

Competenze acquisibili

Nel rispetto dei principi dell’armonizzazione europea, si specificano qui di seguito le competenze e i risultati attesi secondo il sistema dei Descrittori di Dublino:
A – Conoscenza e capacità di comprensione. È richiesta una formazione di cultura generale di ba-se attraverso la quale poter sviluppare la comprensione di precise nozioni giuridiche, nonché il posses-so di adeguate nozioni filosofico-sociologiche, economiche e informatiche.
B – Capacità applicative. Acquisizione degli strumenti indispensabili alla formazione di pubblici funzionari, consulenti giuridici in ambito privato, nonché tutte le competenze utili allo svolgimento di attività professionali quali ad esempio cancellieri, ufficiali e collaboratori giudiziari, assistenti di studi legali e notarili.
C – Autonomia di giudizio. Acquisizione di consapevole autonomia di giudizio con riguardo alla comprensione e interpretazione delle fonti normative e della giurisprudenza con le quali le figure pro-fessionali a cui il corso di laurea si rivolge sono chiamate a operare.
D – Abilità nella comunicazione. Acquisizione del linguaggio tecnico-giuridico, di capacità argo-mentative proprie delle professioni giuridiche, delle abilità informatiche e delle conoscenze linguisti-che.
E – Capacità di apprendere. Acquisizione di adeguate capacità per lo sviluppo di ulteriori compe-tenze, quali ad esempio consultazione di materiale bibliografico, normativo e giurisprudenziale, stru-menti conoscitivi di base per l’aggiornamento continuo delle conoscenze.